LA FISICA DEI SENTIMENTI

Le azioni materiali su foreste cedue scorrono,
Non vi sono più germogli a catturare le loro intenzioni,
Il dio Crono le divora tutte
nella brutale sequenza del loro accadimento;
Nulla di esse si compie,
senza che il tempo si infranga nell’inerzia di nuove.
Corrono veloci ed in forma espansa, invece
le azioni dello spirito e dei sentimenti,
eteree scivolano e si dileguano
tra le dite del titanide,
suonano sulle corde siderali
le cui onde impettiscono,
fino al grembo terminale dell’infinito.
Non hanno tempo le onde dei sentimenti
non ne hanno bisogno e non lo conoscono.
Il loro suono maestrale e fulgido,
si forte e duraturo il suo riecheggio,
da intridere i veli reflui,
tra un’onda e l’altra
e l’infinita variazione che del tempo è figlia.
Così, le conseguenze dei sentimenti
scivolano su quell’immane,
e già di sé immemore melodia,
libere dai legacci che di azioni terrene,
fecero miseria e decrepitezza.
E quand’anche le note di eterno scuotimento
divenissero flebile e spaurente nenia,
i sentimenti vi giungerebbero tenui ma sicuri.
Là nella baia incantata,dove su padiglioni di giunchiglie
e bassa bruma lattiginosa e quiete,
attende l’ottuagenario capostipite, tutti
assieme ai padri di tutti gli innumerevoli figli,
anche quando i suonatori di delfici struggimenti,
saranno come pallide forme da lustri estinte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: