L’ultima lettera di Pavel Levurda

Il 18 gennaio del 2000, un giovane soldato di 25 anni, matricola U-729343, si ritrova su un aereo, con il famigerato 58 battaglione russo diretto a Grozyj, Cecenia. Quello stesso paese che è passato, in pochi anni, dalla devastazione di due guerre contro la Russia alle mani rapaci e filorusse di Ramzan Kadyrov. Nella GroznyjContinua a leggere “L’ultima lettera di Pavel Levurda”

YEMEN – LA BAMBINA CON I CAPELLI BIANCHI

Yemen. Una guerra spaventosa e ignorata, sta sconvolgendo l’antico Regno di Saba. Una guerra civile che oppone sunniti e sciiti (Houthi), appoggiati rispettivamente da Arabia Saudita e Iran sul complesso scacchiere mediorientale. Qui, un gruppo di giornalisti e documentaristi ha deciso di scandagliare la guerra dal punto di vista delle vittime più innocenti e sofferenti,Continua a leggere “YEMEN – LA BAMBINA CON I CAPELLI BIANCHI”

WOODY GUTRIE – IL SENTIERO DI FERRO

THIS MACHINE KILLS THE FASCISTS Dedico questo mia prosa a Woody Guthrie, il primo vero menestrello del XX Secolo: Evoca, Woody Guthrie, con le tue corde vocali, materializza con le dita strumentali, quelle facce e quei ritornelli d’altri tempi, di una moltitudine che per un soldo al giorno, piantava a suon di mazza, traversine, metallo eContinua a leggere “WOODY GUTRIE – IL SENTIERO DI FERRO”

Cecenia e omofobia – E’ caccia all’uomo

In questi giorni sono tornati alla ribalta i temi legati ai diritti civili delle minoranze con diverso orientamento sessuale. Mentre Orban si concede “il lusso” di fare leggi omofobe nella pancia dell’Europa, ancora una volta molle, in alcune repubbliche ex sovietiche, l’omofobia ha già assunto le dimensioni di una vera e propria caccia alle streghe. Una diContinua a leggere “Cecenia e omofobia – E’ caccia all’uomo”

CORONAVIRUS? LEGGIAMO BOCCACCIO

In questi mesi cupi, capaci mettere in ginocchio tutte le certezze, ho provato a cercare negli scritti dei nostri lontani nonni, storie che possano dare un senso a quello che stiamo vivendo. La maggior parte dei libri attuali, sono incapaci di compiere quella astrazione universale in grado di travalicare il tempo presente dell’autore. Rovistando unContinua a leggere “CORONAVIRUS? LEGGIAMO BOCCACCIO”

Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedo-pornografia.

Il 5 maggio di quest’anno c’è stata una data molto importante, la Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia. E’ accaduto un mese fa. Sono venuto a sapere dell’incontro, cercando su internet approfondimenti dopo aver seguito un programma di inchiesta sulla pedo-pornografia. La polizia postale ha reso noti i dati agghiaccianti del fenomeno. NelContinua a leggere “Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedo-pornografia.”

BRUNO MANSER – L’ ULTIMO GRIDO DELLA FORESTA PLUVIALE

Bruno Manser, è stato forse l’ultimo uomo occidentale a combattere veramente contro il taglio indiscriminato della foresta pluviale del Borneo in Malesia e Indonesia, attuato per lo sfruttamento del legname e per rendere le nuove terre coltivabili secondo la logica depauperante delle monocolture di tipo intensivo. Il suo, è stato un approccio drastico, senza compromessi. SapevaContinua a leggere “BRUNO MANSER – L’ ULTIMO GRIDO DELLA FORESTA PLUVIALE”

15 mesi

15 mesi. Così potrebbe iniziare il diario di un invisibile nell’epoca della ipervisibilità mediatica. 15 mesi in cui, causa Covid-19, chi non ha o non aveva un posto in un’azienda che potesse giustificare i suoi spostamenti, è stato costretto ad un lungo e doloroso isolamento.  Le sabbie mobili dei lavoratori itineranti Sono molti i liberiContinua a leggere “15 mesi”

Il taglio della cagliata. Un gesto mitico per un’arte magica

Durante il mio percorso di studi agroalimentari mi è capitato di venire a contatto con diverse aziende e tra queste alcuni caseifici. In questo articolo racconterò la mia esperienza a contatto con queste piccole aziende costantemente strattonate tra la necessità di una conversione di tipo industriale necessaria per stare su un mercato sempre più concorrenzialeContinua a leggere “Il taglio della cagliata. Un gesto mitico per un’arte magica”